Luned́ 10 Dicembre 2018 03:14

I nonni, se non ci fossero...

Il marito e la moglie sono diventati papà e mamma e i genitori di lui e di lei sono diventati nonni.

Il marito e la moglie sono diventati papà e mamma e i genitori di lui e di lei sono diventati nonni. Inizia un cammino di collaborazione che rende gioiosi i nonni e sereni i genitori.
Il primo semplice compito dei nonni è quello di accudire i nipotini, di stare con loro e di consentire così al neopapà e alla neomamma il mantenimento delle loro normali attività anche lavorative. Le famiglie che affidano i figli ai nonni sono oggi in Italia una su due e chi non lo può fare ne sente pesantemente la mancanza. L’attività di baby-sitteraggio dei nonni è stata valutata in 50 miliardi l’anno.

Ma al di là di questa “assistenza” i nonni sono, soprattutto, una risorsa educativa immensa in termini di disponibilità, saggezza, modello di vita. Se il ruolo dei nonni è svolto adeguatamente, rispettando i confini, diventano educatori impareggiabili e fondamentali. Quindi non sono soltanto importanti per ciò che fanno, ma anche per ciò che sono.

Nei casi, poi, in cui i legami con le famiglie d’origine siano stati caratterizzati da difficoltà o incomprensioni, la nascita di un bambino è l’occasione quasi sempre propizia per distendere i rapporti. Quanti ”miracoli” fanno i neonati sulla strada del riavvicinamento e della comprensione. Il nuovo ruolo di nonni, in molti casi è terapeutico: gli screzi si dimenticano e perfino suocera e nuora riescono a parlarsi e a collaborare.
Ma non solo. I nonni diventano preziosissimi “angeli custodi” quando, per diverse ragioni, i genitori non sono in grado di assicurare un’adeguata presenza accanto ai figli, quando i nipotini vivono in famiglie problematiche o addirittura disgregate. In questi casi, rappresentano una risorsa capace di supplire, per tutto il tempo necessario, anche alle carenze di mamma e papà.
Pensiamo infine, ma non per ultimo al loro ruolo nell’educazione alla fede. I nonni che pregano, i nonni che hanno il tempo per parlare di Gesù, che sfogliano insieme al nipotino le pagine del Libro Sacro, che fanno visita al Santissimo, sono nonni bellissimi. Anche quando ci fosse il divieto assoluto di papà e mamma di insegnare la religione ai figli, i nonni - pur rispettandolo - passeranno ai nipoti, attraverso la loro vita quei valori che sono fondamentali per ogni buon cristiano.
Diciamo dunque loro un grande grazie, ma soprattutto amiamoli e valorizziamoli con l’impegno a essere loro accanto quando ne avranno bisogno.

 

Pubblicato il 08.05.2017
top