Mercoledì 13 Dicembre 2017 19:27

Articoli

Pensieri e parole per riflettere


Emergenza educativa:Educare è sempre stato difficile, ma lo è ancora di più ai nostri tempi. Le parole del Papa a Concesio.

Una torta per papà:Mamma, facciamo la torta per il compleanno del papà?

Sport:Una sana abitudine.

Sincerità:Vogliamo che i nostri figli dicano sempre la verità ma non sempre avviene. Come si fa ad educarli a dire la verità?

C’è una nota da firmare:Sono le 7.20 del mattino, il papà è già uscito per il lavoro, il pulmino parte alle 7.30 e c’è una nota da firmare, già da due giorni...

Voglio:Imparare a distinguere necessario e superfluo con una buona educazione.

I compiti:"I compiti a casa... li considero una violenza, un intervento assurdo che pesa non solo sull’allievo, ma su tutta la famiglia e che promuove in casa un clima di vera e patologia delle relazioni" (V. Andreoli)

Ragazzo vivace:«Hai sbattuto la porta in faccia ad un tuo compagno, la maestra non ne può più! Non stai mai fermo un minuto. In casa rompi tutto, io non so più che fare con te!».

Litighiamo per l’educazione dei figli:Litighiamo perchè nostrio figlio è....

Bambini e vacanze:Finalmente... le vacanze!!!!

Bambini e TV:La Tv presa in dosi normali fa bene, presa in dosi eccessive fa male e crea dipendenza.

Meglio prevenire che punire:Il castigo non insegna nulla circa il comportamento giusto.

Impegno e volontà:Da quanto abbiamo detto più volte potrebbe sembrare che basti dire “frequentemente” al nostro bambino che è buono, bravo, intelligente, ecc. affinché sia tale, affinché abbia un alto livello di autostima e si comporti bene…

Verso l’autonomia, una strada da percorrere:Qual è lo scopo dell’educazione? Uno solo: portare alla libertà!

Mamma, ma io sono buono o cattivo?:messaggi positivi per costruire l’autostima dei nostri figli.

Fede in famiglia (1):...per consolidare in noi comportamenti validi che ci saranno di grande aiuto nel compito, difficile ed entusiasmante, di educare i nostri bambini alla fede.

Soldi ai figli, quanti?:è giusto dare una paghetta ai figli? Quanti soldi devono ricevere? O non ne devono ricevere affatto perché per qualsivoglia loro esigenza provvediamo noi?

Aiutiamoci ad educarci reciprocamente:la pedagogia positiva del “noi”.

Competitività, rispetto delle regole:L’interazione competitiva è normale modalità di rapportarsi dell’uomo con il mondo fisico, vivente e sociale: ci confrontiamo con le difficoltà che la vita ci pone e le superiamo ci sappiamo difendere dal freddo, dalla fame, dalle avversità naturali, ecc ci rapportiamo normalmente con il mondo animale e sappiamo ricavare da questo un vantaggio per la vita dell’uomo

Dimostramelo:Un cagnolino e la sua “padrona”... Che differenza c’è?

Genitori imparziali?:Molti genitori pensano che sia necessario essere assolutamente imparziali nei confronti dei figli. E’ bene? Bisogna esserlo?

Botta e risposta 1:Una specie di botta e risposta, con la quale - posta una questione - il “pedagogista” risponde.

Parolacce:«Un giorno - quando meno me l’aspettavo - il mio delizioso bimbetto (tre anni appena compiuti) così carino e paffutello, buono e gentile, ingenuo e mai malizioso, ha pronunciato una sonora parola…ccia, scandalizzando tutti.

Telefonino:Il principale problema che abbiamo oggi a proposito del telefonino è - a mio avviso - quello che i genitori cedono troppo facilmente alla “moda” e… lasciano correre.

La gioia di generare alla fede:Fin da piccoli i bambini hanno bisogno di Dio, perché l’uomo ha bisogno di Dio, ed hanno la capacità di percepire la sua grandezza, sanno apprezzare il valore della preghiera - del parlare con questo Dio - e dei riti, così come intuire la differenza tra il bene ed il male

Fede in famiglia (2):Continuo l’argomento precedentemente trattato (fede 1) per continuare il discorso sui messaggi che noi trasmettiamo ai figli circa la nostra fede

I bambini Italiani:Che strano titolo oggi! Di solito, quando si parla dei bambini, si discute di problemi, diffisagi, malattie addirittura di maltrattamenti, pedofilia, ecc. ecc. Che succede? Stiamo diventando buoni?

Ben essere o ben avere:Si ha l’impressione che i bambini di oggi siano viziati, capricciosi, mai soddisfatti che vogliano tutto e sempre di più: più giocattoli, più dolci, più TV, più videogiochi, ecc. che al “ben-essere” abbiamo sostituito il “ben-avere”. I genitori stessi individuano come prima causa la pubblicità, che crea

Gelosia tra fratelli:La gelosia tra fratelli «C’è…., non c’è…, è un bene o un male…, è normale o bisogna preoccuparsi»? Sono le domande che un genitore si pone quando nasce il secondo figlio.

Gli atteggiamenti educativi:L’atteggiamento è un comportamento costante, tipico di una persona od anche un suo modo d’essere in circostanze particolari. Ognuno di noi si “esprime” in un certo modo, secondo ciò lo caratterizza.

Giochi e giocattoli:Il gioco è una “attività”, il giocattolo è un "prodotto".

In educazione occorrono misura e sobrietà:Oggi parliamo di misura, sobrietà, moderazione nell’educazione... ma è necessario?

Iniziazione Cristiana dei Fanciulli:I.C.F.R. - I parte

Ce l’ha con me:Quella prof. ce l’ha con me! Il genitore che non ha mai sentito questa frase

Iniziazione Cristiana dei Fanciulli (2):Continua in tutte le parrocchie, il cammino dell’Iniziazione Cristiana dei Fanciulli e dei Ragazzi (ICFR)

Festa del papà:Alla vigilia della festa del papà, mi pare doveroso sottolineare che il suo ruolo, per la vita dei figli é “decisivo” e lo è in ogni caso, sia che si tratti di un padre bravo, modello nel bene, che di un padre incapace, con idee sbagliate

Botta e risposta 2:E’ l’occasione per fornire alcune risposte, sempre con l’avvertenza che quanto viene detto non è una “ricetta” idonea a dare una sicura soluzione ai problemi educativi è semplicemente una proposta di pedagogia positiva che può tradursi in atti educativi - diversi nei modi e nei tempi - a seconda delle persone (educando ed educatore) in interazione.

L’automobilista cristiano (I parte):Dove sono i cristiani sulla strada? Me lo chiedo ad ogni viaggio, me lo chiedo davanti alle “stragi del sabato sera”, davanti al figlio di un caro amico che ho appena accompagnato al Camposanto e veramente devo fare una certa forza su me stesso, per scrivere questo pezzo preferirei tacere e chiudermi nel silenzio.

L’automobilista cristiano (II Parte):Abbiamo lasciato l’argomento in sospeso ma eccoci ora pronti ad incamminarci sui sentieri della proposta positiva

Internet e bambini:Abbiamo, in precedenti articoli, proposto le regole della TV e quelle per l’uso del telefonino da parte dei bambini mi pare molto urgente parlare anche di Internet.

La religiosità spontanea dei bambini:I nostri bambini, hanno bisogno di attenzioni educative anche per ciò che riguarda la trasmissione della fede

“Lo studio è lavoro”:Può essere uno stimolo allo studio premiare in denaro (qualche euro) i voti scolatici

Dov’è il nonno?:Prepariamoci al 2 novembre

Halloween, il parere del pedagogista:Lettera di una mamma

Amicizia tra i bambini:Come nasce e che cos’è l’amicizia?

Botta e risposta:Il pedagogista risponde

Genitori di adolescenti (II parte):Abbiamo già parlato di adolescenti e abbiamo detto che l’adolescenza è un periodo di crisi. Oggi osserviamo questa crisi per indirizzarla verso livelli successivi di maturazione e di stabilità.

Genitori di adolescenti (I parte):I genitori che hanno figli adolescenti sono oggi molto preoccupati

Raddrizzare la pianta finché é piccola:I bambini sono buoni o sono spontaneamente orientati a disubbidire, a fare i capricci, a dire di no?

Educazione alla pace:Chi di noi educatori si preoccupa coscientemente di “fare “educazione alla pace? C’è forse nelle scuole un’ora di educazione alla pace?

Botta e risposta:Domande al pedagogista

Non ne posso più!:«Non ne posso più» è la rassegnata dichiarazione di una mamma che - già donna “in carriera” - con la nascita del primo figlio ha deciso di “fare solo la moglie e la mamma”.

Pedagogia della quaresima:Siamo in Quaresima e parliamo della “pedagogia della Quaresima”. La Quaresima può insegnarci qualcosa?

La gita scolastica:Siamo in aprile e comincia il “classico” periodo delle gite scolastiche

Comincia a camminare:Papà e mamma non sanno proprio che cosa fare… il loro bimbetto ora cammina…non in piedi,

Sport:Oggi parliamo di attività sportiva: inizia l’estate e speriamo con questo intervento di stimolare molti ragazzi a intraprendere una sana abitudine allo sport dilettantistico

Scusa:Mi pare che oggi sia diffusa un’evidente difficoltà a scusarsi nei riguardi delle persone verso le quali si è commesso una qualsivoglia mancanza

Famiglia santa:1) Oggi, assolutamente niente pedagogia negativa...

Famiglia, prima ed insostituibile educatrice alla pace:La pace in famiglia, quanto ce n’è bisogno! Ma ci vuole molto ad avere (ed a mantenere) la pace in famiglia? A volte sembra di sì?

Un animale per amico:Prima o poi la richiesta arriva, il nostro bambino vuole un animale da tenere in casa…

Mio figlio ha subito un trauma:Può capitare che il nostro bambino incappi una situazione traumatica e che...

Santa Lucia Prima parte:Santa Lucia è in arrivo

Santa Lucia - II parte:Una tragedia! Un ragazzino infuriato, deluso, amareggiato e

Urlo sempre:«Urlo sempre con i miei tre figli e so che non è giusto. Sarà che il mio tono di voce è alto sarà che la casa è grande sarà che loro, quando parlo io, proprio non ci sentono…». «Mi sfidano costantemente, fanno domande stupide per farmi reagire, sembra quasi che lo facciamo apposta e - se io rispondo una cosa - loro fanno il contrario allora mi infiam

Un tempo speciale: Natale:ra pochi giorni, sarà Natale. Ebbene, organizziamoci per tempo (pedagogia preventiva) affinché, sia possibile dare qualcosa di veramente speciale, come speciale è il Natale:

Crisi:Siamo in periodo di crisi, non lo possiamo negare perché lo dicono tutti e tutti vogliono uscirne

Sicuri, affidabili, costanti, sinceri:Sicuri, affidabili, costanti, sinceri sono caratteristiche che i bambini si aspettano dai genitori…

Le paure del bambini:Talvolta i bambini hanno paura, come si deve comportare un genitore?

La pagella:1) E’ in arrivo la pagella del I quadrimestre e temo - scrive Loredana di Salò - che ci saranno delle insufficienze, forse i voti saranno un vero disastro…

Balbetta:Il mio bambino ha tre anni e mezzo e, da qualche tempo, balbetta

Ubbidienza con le buone o con le cattive? (!):Pur essendo i genitori d’oggi molto larghi nel concedere libertà ai figli tutti sostengono che un certo livello di ubbidienza

Comportamenti a rischio:Noi genitori siamo preoccupati per i nostri figli, soprattutto siamo preoccupati per i possibili comportamenti a rischio, per il dilagare di alcool e droga, per le stragi del sabato sera....

Non dorme:Da sempre, però, un problema c’è: non dorme

Capricci:“Perché i bambini fanno tanti capricci?”

Elena vuole sempre vincere:Elena è figlia unica e vuole sempre vincere!

Quando ci vogliono... ci vogliono:Un metodo disciplinare che accende sempre focosi dibattiti è senza dubbio il ricorso alla sculacciata…giustific

Non ho tempo:Non ho tempo! Quante volte abbiamo detto questa frase

Botta e risposta 5:Botta e risposta con avvertenza…

Regole di famiglia:I genitori hanno la responsabilità, di fissare limiti adeguati ai loro bambini, non fosse’altro che per la necessità di proteggerli, di

Violenza tra fratelli:I nostri tre figli avevano litigato di brutto, tanto da avere uno un occhio pesto, l’altro graffi in faccia e l’ultimo un livido su una gamba …

Giocare con i figli:Mi annoio moltissimo a giocare con le macchinine ma lui adora che prenda parte ai suoi giochi ed io ”fingo” di essere interessato.

Dai no ai sì:Dici sempre di no!, sbotta la ragazzina

Ben-esser o ben-avere?:Si ha l’impressione che i bambini di oggi siano viziati, capricciosi, mai soddisfatti, vogliono tutto

Tanto non mi ascolta:I miei figli non mi ascoltano! Mi ritrovo ad alzare la voce… a strillare

Malattie da cattiva educazione:Che c’entra la pedagogia con la salute dei bambini? C’entra, perché una cattiva educazione può essere causa

Stai imparando a crescere dei figli bravi, buoni, sani e intelligenti:Sono in difficoltà con i miei tre figli...

Carità:In latino la parola caritas indica amore, stima, affetto

Amore e formazione:I genitori di oggi affrontano il compito educativo con un certo timore. Hanno paura di non farcela

La pagella ahi! ahi!:Certo non tutti riceveranno pagelle disastrose ma capita, che fare?

Figlio Unico:Si sentirà solo, sarà egoista, crescerà viziato...

Botta e risposta 7:Leggo, di nascosto, il diario di mia figlia, faccio male?

Botta e risposta 8:Mio figlio l’ha proprio combinata grossa...

La maestra grida:Scrive una mamma: “Nella classe di mia figlia Lorenza, gli allievi sono ‘solo’ dodici ... eppure i ragazzi stessi si lamentano spesso delle urla a scuola una maestra in particolare si distingue per il tono dei suoi rimproveri

Amica di mia figlia:Io e la mia bambina, più che mamma e figlia, siamo “amiche"

Sano controllo:Il controllo dei genitori sui figli per avere una conoscenza piena delle loro attività, dei luoghi e delle persone che frequentano è un’esigenza indubbiamente legittima

Ricatti e premi:I genitori ricorrono spesso ai ricatti

Io ho sofferto tanto:Non sono certamente pochi i genitori che viziano i figli

Crisi ed anziani:Da sempre gli adulti hanno insegnato ai loro bambini il “rispetto” per i vecchi

L’età dei no:L’“età dei no” è un periodo dell’infanzia durante il quale i nostri “pargoletti” rispondono con un bel “no!” alle nostre richieste

L’età dei perché:Non è come la fase dei no è molto positiva e dobbiamo prolungarla al massimo.

"Alzarti, che è tardi..." (I Parte):La giornata comincia con un ordine e temo che la medesima finirà con un altro ordine non molto dissimile: “Vai a letto, che è ora!”.

Alzati che è tardi (II parte):«Alzati che è tardi» è un ordine che si ripete ogni giorno in tante famiglie

Ha rubato:... è un ladro

Non Mangia:“Mio figlio non mangia”

Botta e risposta 9:Mi preoccupo per le amicizie di mio figlio e penso con una certa ansia a quel che accadrà quando sarà adolescente,

Investire in educazione:Investire in educazione è in miglior modo per guadagnare molto.

Un po’ di sano umorismo:Abbiamo tante volte parlato dell’autorevolezza dell’educatore e forse ce ne siamo fatti un’idea troppo seria, per cui potrebbe sembrare che essere autorevoli sia il contrario dell’essere allegri e sereni. No, autorevoli significa che...

La "rabbia":Lo so che la “rabbia” è una malattia dei cani e che, se si parla di persone, sarebbe meglio chiamarla con un altro nome, collera o ira ad esempio ma tutti noi usiamo la parola “rabbia” per esprimere la ribellione a qualcuno o qualcosa ci procura profondo disagio.

Il metodo preventivo:“Vi sono due sistemi, uno è chiamato sistema repressivo, l’altro è detto sistema preventivo.

Educatori non si nasce, lo si diventa:Ogni uomo, dal momento del concepimento é “persona” essere, cioè, unico e irrepetibile, portatore di valori non conculcabili

63) I Messaggi negativi che trasmettiamo ai nostri figli:Comunichiamo con i nostri figli con le parole, con i gesti e gli atteggiamenti, con i fatti e i comportamenti concreti. Comunichiamo

Botta e risposta:Leggo, di nascosto, il diario di mia figlia, faccio male?

Ma perché litigate?:Chi non litiga con il coniuge? Talvolta anche davanti ai bambini? Capita sì,

L’intelligenza:Che cosa determina l’intelligenza del bambino? L’ereditarietà o l’ambiente?

Niente paura: continueranno a chiamarci papà e mamma:Tutti abbiamo un genitore maschio e un genitore femmina, li chiamiamo

Terrorismo e bambini:I terribili episodi di terrorismo, le stragi insensate, le gravissime sciagure che si vanno ripetendo in questo ultimo periodo

Mi provoca:“Ho sempre avuto con la mia bambina (ora 6 anni) un ottimo rapporto, per lei sono sempre stata perfetta, e siamo sempre andate d’accordo. Fino a quando un giorno, d’improvviso, mi ha risposto: «No, non lo faccio! Sei scema!». Ci sono rimasta malissimo e - quasi in lacrime dalla rabbia - l’ho sculacciata ben bene…”.

Ci separiamo:Io e mio marito ci stiamo separando. Abbiamo anche provato a chiedere aiuto, ma non c’è stato alcun risultato.

La bambina sandwich:Ho tre bambine 12, 7 e 1 anno, quella di mezzo, Stefania non mi ubbidisce a scuola capita che

Botta e risposta (10):«Non sei tu il capo!». Così ha detto mio figlio… (5 anni)

I bambini italiani tra crisi, mass-media e azzardo:L’Eurispes, ente privato europeo che opera nel campo della ricerca politica, economica e sociale, presenta ogni anno un’accurata “Indagine Conoscitiva sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia”, realizzata in collaborazione con Telefono Azzurro. Dati interessantissimi

Arriva una sorellina (1):“Qual è la differenza di età ideale, da frapporre tra due fratelli?”

Arriva una sorellina (2):La sorellina che attendevamo è nata e tra pochi giorni verrà a casa.

Educare alla pace anche tra le mura domestiche:

Il linguaggio verbale del bambino:I bambini: ci sono quelli che parlano prestissimo e quelli che ritardano

Non dorme:«Il tempo che un bambino piccolo dedica al sonno non deve essere inferiore a 10 ore…

Botta e risposta 11:È tradizione ormai che una volta all’anno si risponda ad alcune domande

Balbetta:Il mio bambino ha tre anni e mezzo e, da qualche tempo, balbetta

Buona Notte: ora a nanna:É ora di andare a nanna.

I sogni dei bambini:Ma i bambini piccoli sognano?

I nonni, se non ci fossero...:Il marito e la moglie sono diventati papà e mamma e i genitori di lui e di lei sono diventati nonni.

Le emozioni:Le emozioni si possono e si debbono esprimere, ma bene! A questo possiamo e dobbiamo educare i bambini, con il nostro comportamento concreto.

Urla, pianti, lagne, capricci:Urla, pianti, capricci, lagne … a non finire… un bel ”no” ogni volta che si che si chiede qualcosa. È questo il principale modo di comunicazione dei nostri bambini?

I nostri bambini, tra i più sani e felici del mondo.:Di solito, quando si parla dei bambini, si discute di problemi, difficoltà, disagi, malattie addirittura di maltrattamenti, pedofilia, ecc. ecc. Ora questo titolo dice che i bambini sono felici… Che succede? Stiamo diventando buoni?

Perché l’ho detto io:“Perché l’ho detto io!”. Chi ha sentito questa frase da parte di genitori autoritari, sicuramente ha pensato: “Mai e poi mai, io darò una risposta del genere a mio figlio”.

Non rinunciare mai:Quando un figlio arriva all’adolescenza, diventa molto difficile mantenere quel “giusto controllo” di cui abbiamo parlato più volte.

La voce dell’autorevolezza:

Emozioni:Le emozioni si possono e si debbono esprimere, ma bene! A questo possiamo e dobbiamo educare i bambini, con il nostro comportamento concreto.

Il figlio padrone:Anche una osservazione superficiale rileva la presenza di una nutrita schiera di “figli padroni”

Le grandi domande:Noi genitori, tutti i giorni (e più volte al giorno), facciamo una cosa concreta: educhiamo i nostri figli.

Terrorismo e bambini:I terribili episodi di terrorismo, le stragi insensate, le gravissime sciagure che si vanno ripetendo in questo ultimo periodo ci costringono come genitori a porci una domanda

Quale famiglia?:Siamo veramente in difficoltà

Rafforzare l’educazione dei figli:

top